Per una settimana, l’Institut français-Centre Saint Louis accende i riflettori sul cinema francese con tante proiezioni.

Inaugurazione giovedi 7 marzo alle 20:00 con la proiezione di «Pour vivre heureux!» di Salima Sarah Glamine e Dimitri Linder (fuori concorso) vincitore del Premio del Pubblico al Festival internazionale del film francofono di Namur (FIFF) 2018.

Il festival presenta 13 lungometraggi in concorso per la maggior parte inediti in Italia, provenienti da Albania, Armenia, Belgio, Bulgaria, Canada – Quebec, Costa d’Avorio, Francia, Lussemburgo, Mali, Marocco, Romania, Svizzera e Tunisia.

Gli spettatori potranno esprimere il proprio voto determinando il Premio del Pubblico. Una giuria di professionisti del cinemapresieduta da Romano Milani,  Segretario Generale del Sindacato Giornalisti Cinematografici Italiani, e composta da  Maite Bulgari, Regista, Membro del Consiglio di Amministrazione di Cinecittà Istituto Luce, e Antonio Flamini, Direttore artistico del Roma Africa Film Festival (RAFF), assegnerà inoltre il Gran Premio della Giuria.

L’evento si chiuderà il 14 marzo con la serata di premiazione e la proiezione del film «La promesse de l’Aube» di Eric Barbier, un adattazione del libro di Romain Gary, in collaborazione con Wonders Pictures, la cui uscita nelle sale italiane è prevista il 7 marzo 2019.

Schermata 2019-02-23 alle 11.18.17