Storia

Dove il cinema s'impara facendolo

7

L’ASSOCIAZIONE

La Libera università del Cinema è un’Associazione Culturale senza fini di lucro.

La nostra Scuola, una “Bottega di Lavoro”, si è rivelata come una vera e propria fabbrica di giovani professionisti oggi inseriti nell’Industria Cinematografica e Televisiva italiana ed internazionale.

CENNI STORICI

La scuola nasce nel 1983 dalla volontà di alcuni cineasti che hanno fatto la storia del Cinema come Cesare Zavattini, Alessandro Blasetti, Leonviola e Sofia Scandurra, per formare nuovi registi del Cinema professionale.

Oggi è formata da un gruppo di professionisti che operano da oltre trent’anni nel settore cinematografico e televisivo. Tra i nostri docenti annoveriamo alcuni vincitori di premi quali il David di Donatello, Leone d’Oro a Venezia e alcune Nomination all’Oscar.

Nel corso degli anni è stata sostenuta da un consiglio accademico di nomi di prestigio, tra i quali: Alberto Lattuada, Tinto Brass, Callisto Cosulich, Milena Vukotic, Leo Benvenuti e Turi Vasile per trasmettere l’esperienza e la cultura del cinema ai giovani.

Un tempo questo avveniva attraverso il volontariato. Oggi le produzioni temono incidenti sui set così niente volontari, niente formazione. E nessuna formazione, in questo campo significa nessuna possibilità di lavoro.

Da anni la Libera Università del Cinema si occupa di formare ragazzi giovani nel campo cinematografico permettendo loro di provare, sbagliare, correggersi e riuscire, collaborando con i docenti al nostro unico obiettivo:“formare un regista!”

Una scuola pratica dove “IL CINEMA S’IMPARA FACENDOLO” sotto la guida di docenti, tutti professionisti.

Tra gli italiani il nostro ex allievo, fiore all’occhiello è Emanuele Crialese, Cannes 2002 (Respiro), Leone d’Argento a Venezia 2006 e candidato all’Oscar 2007 (NuovoMondo), in concorso a Venezia (Terraferma) gli è stato assegnato il premio “Speciale della Giuria”, il premio Francesco Pasinetti nel 2011.

Tra gli stranieri ha frequentato la LUCA Bogdan Drayer al suo sesto film realizzato in Transilvania con Depardieu, Laura Morante e Harvey Keitel.

PERCHE’ UNA SCUOLA DI CINEMA

Nell’era dell’immagine, dove tutto può essere raccontato attraverso la macchina da presa, istruire i giovani nel modo più appropriato è necessario, perché assicura la possibilità di lavorare non solo nel campo del cinema e della televisione ma anche in quello di tutti i nuovi trend legati ai linguaggi multimediali.

Alla LUC tecnologia e arti creative si mescolano per sviluppare prodotti innovativi sia nel settore dell’ entertrainment cinematografico che in quello della comunicazione visiva.

Essendo stata la prima scuola a sperimentare l’elettronica e il digitale, recepisce i nuovi linguaggi della contemporaneità ed oggi intende presentare le nuove proposte e modalità didattiche.